Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

Antonio La Spina

Curriculum

Antonio La Spina è diventato professore di prima fascia nel 1996. Attualmente è ordinario nel raggruppamento di Sociologia giuridica, della devianza e mutamento sociale (SPS/12), settore 14/C3, Sociologia dei fenomeni politici e giuridici.

Nell’a.a. 2020-2021 ha i seguenti insegnamenti: Analisi e valutazione delle politiche pubbliche; Sociologia del diritto, della devianza e del crimine organizzato; Politiche sociali e del lavoro.

In precedenza ha insegnato anche Sociology, Politiche della sanità, Sociologia, Public Policies.

Alla Luiss fa parte del direttivo del Centro Bachelet e del consiglio scientifico di Amministrazione in cammino. È vicedirettore del CROIE (Centro di Ricerca sulle Organizzazioni Internazionali ed Europee). È condirettore del Master in Management e politiche delle amministrazioni pubbliche della School of Government (SOG).

È stato condirettore del Master in Politiche di contrasto della corruzione e della criminalità organizzata (SOG e School of Law). È stato coordinatore della community di Scienza politica e sociologia del Dipartimento di scienze politiche.

Ha insegnato nelle Università di Macerata, Messina, Palermo, Milano Cattolica, Lumsa Palermo. A Palermo è stato ed è coinvolto in attività di ricerca e terza missione, anche nell’ambito del contrasto della mafia e di altre forme di criminalità (No Mafia Memorial/Centro Giuseppe Impastato, Jean Monnet Centre of Excellence on Illicit trades in the Mediterranean Sea presso Unipa, Fondazione Rocco Chinnici, Centro studi Pio La Torre).

Già condirettore della Rivista italiana di politiche pubbliche (fascia A).

Già presidente della Commissione paritetica tra Stato e Regione siciliana per l’attuazione dello Statuto speciale.

Già direttore del progetto finalizzato “AIR – Analisi di impatto della regolazione”, dipartimento della funzione pubblica (DFP) della Presidenza del consiglio dei ministri (2000-2001). Già consulente scientifico delle attività di diffusione dell’AIR nelle regioni italiane (Formez) e di una ricerca comparativa sull’AIR in dieci paesi europei (Formez/DFP per presidenze UE italiana, irlandese e olandese).

Già consulente della Commissione parlamentare antimafia (2016-18); esperto per il dipartimento dell’attuazione del programma della Presidenza del consiglio dei ministri (2007-08); consulente della commissione parlamentare sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti (2006).

Già coordinatore nazionale della sezione di Sociologia del diritto dell’Associazione italiana di sociologia.

Già coordinatore nazionale di tre Progetti di ricerca di interesse nazionale (PRIN): “Cultura giuridica e politiche pubbliche in Italia”, “Dimensioni dello sviluppo”, “Le reti della criminalità organizzata”. È stato responsabile scientifico del progetto IFO (Fondazione Chinnici per la DG Justice della Commissione Europea), dei progetti di ricerca della Fondazione Chinnici sui costi dell’illegalità, dell’unità palermitana del progetto GLODERS (VII Programma Quadro).

Componente della direzione della Rassegna italiana di sociologia (fascia A), dei comitati scientifici di Studi di Sociologia (A), Ragion pratica (A), Aggiornamenti sociali, Rivista economica del Mezzogiorno, Nuove frontiere della scuola, Istituto V. Bachelet. Consigliere Svimez.

Nell’Università di Palermo è stato, tra l’altro: direttore della Scuola di giornalismo “Mario Francese”, convenzionata con l’Ordine dei giornalisti; direttore del Dipartimento di Scienze sociali; presidente dei corsi di laurea in Scienze della comunicazione; presidente del comitato consultivo per la ricerca area 14, Scienze politiche e sociali; direttore della Scuola di specializzazione in tutela dei diritti umani; presidente del Diploma Universitario in Servizio sociale; coordinatore del dottorato di ricerca in “Sociologia, territorio e sviluppo rurale”.

Ha presieduto l’Accademia di belle arti di Palermo. È stato anche presidente del suo Nucleo di valutazione.

È stato, tra l’altro: direttore del Dipartimento di Studi politici e sociali “V. Tomeo” dell’Università di Messina, direttore della collana “Comunicazione, Istituzioni e mutamento sociale”, Franco Angeli, con referaggio anonimo double blind.

È stato research fellow e Jean Monnet fellow all’Istituto Universitario Europeo di Fiesole (con G. Teubner e G. Majone). Borsista del Deutscher Akademischer Austauschdienst (DAAD, presso la Hochschule für Verwaltungswissenschaften di Speyer e la facoltà di Sociologia di Bielefeld, con N. Luhmann) e del British Council (presso la London School of Economics and Political Science). Ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Sociologia del Diritto (Università statale di Milano, 1987). Diploma di specializzazione in Sociologia sanitaria, Istituto Superiore di Studi Socio-sanitari, Roma (1983). Laurea in giurisprudenza, Università di Palermo (1982). Diploma in Servizio sociale, ESIS Vittorelli di Palermo.

È giornalista pubblicista. È iscritto nell’elenco speciale dei professori a tempo pieno dell’ordine degli avvocati.